Storia vera: mia madre è gelosa di me

La madre di Brenda * è stata gelosa di lei sin da quando era bambina. La 38enne condivide come si è sviluppata la gelosia nel corso degli anni, comprese le volte in cui sua madre ha cercato di sabotare il suo matrimonio e il suo lavoro. Come raccontato a Melissa Wong

Foto: 123rf



Sono sempre stata invidiosa delle donne che sono vicine alle loro mamme. A differenza di loro, non posso dire che mia madre sia come mia sorella o la mia migliore amica. In effetti, paragonerei la mamma a un nemico - qualcuno che sembra prendersi cura dei propri amici, ma in fondo, non gli piace o addirittura si risente.

Per come la vedo io, mamma si è risentita con me anche prima che nascessi. Mi ha detto che voleva un figlio ed è rimasta delusa quando ha saputo che aspettava una ragazza. Inoltre è quasi morta dandomi alla luce, ea causa di queste complicazioni è stato sconsigliato di avere altri figli.

Da piccola avevo anche molti problemi di salute, quindi mamma ha dovuto rinunciare a un lavoro ben pagato per restare a casa e prendersi cura di me. Mentre crescevo, ricordo che mi ha incolpato per aver ostacolato la sua carriera. 'Se non fosse per te, lavorerei adesso', diceva.

posso prendere nyquil scaduto?

Un'infanzia miserabile

Foto: 123rf

la missione chaperone di destino 2 non cade

La mamma non ha mai abusato fisicamente di me, ero un bambino, ma mi ha criticato molto e le sue parole dure mi hanno fatto sentire piccolo e insignificante. Ho pensato che fosse normale finché non ho assistito a come le madri dei miei amici li trattavano e ho iniziato a mettere in discussione le motivazioni di mia madre per trattarmi come faceva lei.

Sento che la mamma mi ha impedito di realizzare il mio potenziale da bambino e mi ha ostacolato nel realizzare i miei sogni. Ad esempio, da preadolescente, ho mostrato promesse come tennista ed ero molto appassionato di atletica, ma si è rifiutata di darmi l'aiuto extra di cui avevo bisogno per andare oltre nello sport. Ha detto che appartenevo a una scrivania, non su un campo da tennis o su una pista da corsa. È stato doloroso guardare i miei amici alle loro sessioni di pratica e vedere i loro genitori incoraggiarli e incoraggiarli.

Da adolescente, non mi era permesso uscire con qualcuno, indossare abiti alla moda o uscire al centro commerciale con i miei compagni di classe. La mamma era severa con me, e lo è diventata ancora di più dopo che mio padre è morto quando avevo 17 anni. Ma non mi sono mai ribellato durante la mia adolescenza. Per quanto fossi arrabbiato con la mamma, ho obbedito alle sue regole e non ho mai risposto né litigato con lei.

Drammi sul lavoro

Foto: 123rf

Rimborso del servizio telefonico dei detenuti gtl

Crescendo, ho scoperto che non riuscivo più a contenere la rabbia e l'amarezza nei confronti di mia madre. E quando ho iniziato a lavorare come insegnante, ho avuto modo di vedere i suoi veri colori.

Ad esempio, insegnavo solo da pochi mesi quando la mamma mi ritirava dalle lezioni per qualche motivo ridicolo o per un altro. Fingeva anche di essere malata così che io mi sarei sentito obbligato a restare a casa e ad accudirla, ma poi, appena arrivata a casa, mi diceva che si sentiva meglio.

Molte volte, gettava anche 'accidentalmente' tutti i documenti relativi al lavoro che lasciavo sul tavolo a casa. Tutto questo mi ha messo nei guai con il mio preside, che mi ha avvertito di agire in modo più responsabile o rischiare di perdere la mia carriera di insegnante.

Lo stratagemma della mamma per rovinare la mia reputazione professionale è durato diversi mesi, durante i quali sono stato quasi costretto a lasciare l'insegnamento perché mi mancavano troppe lezioni. Quando alla fine le ho chiesto perché stesse cercando di mettere a repentaglio il mio lavoro, mi ha risposto che non sapeva di cosa stessi parlando. Stranamente, le sue buffonate si sono interrotte dopo che l'ho affrontata.

Creare un cuneo tra me e il mio uomo

Foto: 123rf

programmatore di pacchetti qos windows 10

Odiavo l'idea che la mamma non volesse che avessi successo nella mia carriera, ma mi risentiva ancora di più per aver cercato di privarmi di una relazione sentimentale. Quando avevo 20 anni, criticava spesso il mio aspetto, dicendo che nessun uomo sarebbe mai stato attratto da me. Quando ho iniziato a uscire con Peter *, la mamma mi faceva sentire in colpa per averla lasciata sola a passare del tempo con lui. 'Non sei mai a casa', diceva, 'che razza di figlia lascia la madre malata da sola in casa?'.

Era brava a farmi sentire in colpa, ma per come la vedevo io, la mamma non poteva vedermi felice. Ogni volta che Peter veniva da lei, si lamentava che mi stava portando via da lei. Una volta gli disse persino che sperava che non ci sposassimo, perché poi sarebbe rimasta tutta sola se me ne fossi andato di casa.

E lei mi convinceva a scaricare Peter, dicendo che poteva dire che non era serio su di me. Ho sempre difeso il mio rapporto con Peter; questo ha portato a infinite discussioni con la mamma. I suoi commenti maleducati e offensivi hanno anche causato molta tensione tra Peter e me. In effetti, in alcune occasioni ci siamo quasi lasciati a causa sua.

Mantenendo le distanze

La mamma non era felice quando io e Peter ci siamo sposati. Nelle nostre foto di matrimonio sembra assolutamente infelice.

Dopo essermi trasferita da casa e aver iniziato la mia vita da donna sposata, ho deciso che dovevo prendere le distanze dalla mamma. Ero diventato piuttosto depresso e sentivo che il mio rapporto con lei aveva qualcosa a che fare con questo. Presto sono giunto alla conclusione che la mamma non voleva vedermi avere successo perché era gelosa di me.

perché taco bell mi dà la merda?

Quando ho riflettuto sulle cose che aveva detto e fatto nel corso degli anni, aveva perfettamente senso. Certo, credo che la mamma mi ami a modo suo e, come figlia rispettosa e sua unica figlia, di tanto in tanto la controllo ancora, la accompagno agli appuntamenti dal medico e la porto fuori in occasioni speciali. come la festa della mamma. Ma sapere cosa prova per me mi fa sentire come se non potessi avvicinarmi troppo a lei.

La cosa buona è che le nostre discussioni sono diventate meno frequenti ora che siamo più grandi - penso che siamo entrambi stanchi di piangere e litigare.

Agli occhi di mamma probabilmente sarò sempre la figlia che l'ha quasi uccisa durante il parto, che l'ha derubata della sua carriera e che le ha negato certe opportunità ed esperienze che credeva di meritare di avere e di godere. Ma ho imparato a non sentirmi in colpa per niente di tutto ciò e, mentre desidero ardentemente la vicinanza che le altre figlie hanno con le loro mamme, so che non potrò mai godere di un tale legame con mia madre a causa del modo in cui si sente nei miei confronti.