STORIA VERA: 'L'uomo con cui ho perso la verginità era in realtà una donna!'

Questa donna, che ha subito abusi sessuali quando aveva 13 anni, ha detto che non ha mai pensato che il suo aggressore fosse una donna e che ha ancora incubi su quello che è successo ora.

matrimonio sessuale abuso sessuale relazione crimine verginità vergine EMBED
Foto: 123rf.com

La ragazza che ha subito abusi sessuali a 13 anni non ha mai sospettato di essere una donna



succo tascabile luce verde lampeggiante

Era conosciuto come un uomo generoso e religioso, e i figli dei suoi vicini lo trattavano come un fratello maggiore.

I vicini si fidavano così tanto di lui che la loro figlia, R, rimase con lui e le sue due mogli. Cantavano al karaoke, suonavano con i gatti e lui le consigliava di indossare l'hijab.

Aveva 13 anni e ha detto a The Straits Times che hanno sviluppato sentimenti l'uno per l'altro. La sua famiglia si stava sgretolando e lui era lì per lei. Ma anche lui ripetutamente fatto sesso con lei.

Nessuno - né i vicini né le sue mogli - sospettava allora che questa persona dai modi mascolini fosse, in effetti, una donna.

La vittima, che ora ha 18 anni, dice che soffre ancora di incubi e riesce a malapena a dormire. Ha approfittato della mia situazione familiare, ha tradito la mia fiducia e ha distrutto le nostre vite.

STORIA VERA: sono una donna intrappolata nel corpo di un uomo sposato

Questo caso insolito è stato sotto i riflettori dopo che il giudice anziano Kan Ting Chiu martedì ha assolto Zunika Ahmad, 39 anni, da sei capi di imputazione di penetrazione sessuale di un minore di cui si era dichiarata colpevole. Ha argomentato che solo un uomo può essere accusato di un crimine del genere, dato il modo in cui è stata scritta la sezione 376A del codice penale, emanata nel 2007.

Ha aggiunto che spetta al legislatore modificare la disposizione per chiarire che include una donna, se questa era davvero l'intenzione.

Zunika è stato giudicato colpevole di uno sfruttamento sessuale ai sensi del Children and Young Persons Act e condannato a otto mesi di reclusione. La vittima era rattristata dal fatto che Zunika, che ha dovuto affrontare 20 accuse di penetrazione con un dildo, sia stata prosciolta da quasi tutte le accuse.

La stessa cosa potrebbe accadere ad altri bambini piccoli, ha detto The Straits Times , mentre condivideva la sua storia. Per proteggere la sua identità, il suo vero nome non viene utilizzato.

L'adolescente ora vive con una sorella minore, un fratello maggiore ei loro genitori in un appartamento pubblico di quattro stanze. Intorno al 2011 hanno conosciuto Zunika, le sue mogli e un figlio di una delle donne. L'appartamento in cui vivevano era intestato a una delle mogli ea sua figlia.

STORIA VERA: l'abitudine del porno di mio marito mi ha ferito così tanto che gli ho fatto credere che avessi una relazione

Sebbene Zunika non avesse peli sul viso, la sua voce profonda, il suo comportamento mascolino e il suo essere sposata non davano ai suoi vicini motivo di sospettare il suo vero sesso.

La mia famiglia si fidava di lei perché ha la sua famiglia e sembrava molto religiosa. Ha insegnato a me e ai miei fratelli come pregare e mi ha fatto indossare un hijab, ha detto la vittima, R.

Nel 2012, quando aveva circa 13 anni, R e due dei suoi fratelli iniziarono a trascorrere la maggior parte del loro tempo nell'appartamento di Zunika. Sarebbero tornati a casa loro solo per fare la doccia e cambiarsi. Il padre della vittima ha permesso che ciò andasse avanti dato che si fidava di Zunika.

R ha detto di aver scelto di vivere con Zunika poiché la sua famiglia si stava sgretolando. I frequenti litigi tra i genitori hanno visto sua madre lasciare la casa per sei mesi. I suoi fratelli avevano i loro problemi.

Zunika ha fornito ai bambini la paghetta, dando loro persino dei telefoni cellulari da usare. Ma lei l'ha tenuta al guinzaglio, ha detto R.

Le era solo permesso di andare a scuola, dopodiché doveva tornare subito a casa per pulire l'appartamento. Se era in ritardo o non svolgeva bene le sue faccende, asseriva che Zunika l'avrebbe picchiata con un bastone, una gruccia o con le mani, sulla schiena o sulla pianta dei piedi in modo che eventuali segni non sarebbero stati evidenti.

Allora perché l'ha tollerato? Perché pensava di esserlo innamorato di Zunika, che aveva promesso di sposarla quando aveva 16 anni.

STORIA VERA: Ho dormito con il fidanzato di mia sorella la notte prima del loro matrimonio

L'abuso sessuale è iniziato nel febbraio 2012 con un bacio. Il mese successivo hanno fatto sesso con Zunika usando un dildo. Questo è successo almeno una volta quasi ogni mese fino a dicembre 2013.

R non ha mai saputo che Zunika, che a casa indossava magliette e pantaloni a tre quarti, fosse una donna. Zunika prediligeva anche un abito lungo fino alla caviglia e un turbante durante le occasioni religiose.

Non sospettavo affatto. Quando Zunika aveva le mestruazioni, mi ha detto che era perché aveva un tumore allo stomaco. Stava anche prendendo molte pillole ormonali, ma mi ha detto che erano per controllare la crescita della sua barba, ha detto.

Nel marzo 2014, secondo i documenti del tribunale, Zunika ha avuto una discussione con la vittima su alcuni messaggi di testo . Presumibilmente ha schiaffeggiato e preso a pugni R, poi l'ha cacciata di casa.

Due giorni dopo, la sorella di R ha detto a Zunika che la vittima non sarebbe più rimasta a casa perché la relazione era diventata sessuale. La famiglia è andata anche alla polizia. Sono rimasti scioccati quando la polizia ha detto loro che Zunika era una donna.

Fu allora che anche le due mogli di Zunika scoprirono il suo vero sesso. Fino ad allora, Zunika, che aveva un passaporto indonesiano falso sotto l'identità di un uomo, aveva detto loro che non dovevano toccare o vedere le sue parti intime - per motivi superstiziosi - mentre compivano atti sessuali.

STORIA VERA: mio marito non sa che lo condivido con mia sorella gemella.

Sebbene i suoi genitori si siano riconciliati e lei abbia un fidanzato ora, R, che lavora part-time, ha ancora incubi su quello che è successo e ci riesce addormentarsi solo dopo le 4 del mattino tutti i giorni. Le è stata offerta consulenza dalle autorità, ma ha detto che era troppo sopraffatta al momento per andare.

Pensavo fosse un uomo quando ha preso la mia verginità, quindi perché non può essere accusata come un uomo? ha chiesto R.

dove vanno a finire le bozze scartate in gmail?

Secondo il suo avvocato, Zunika intende sottoporsi a un intervento chirurgico per il cambio di genere una volta che avrà finito di scontare la sua pena detentiva e si sarà riunita con le sue due mogli.

Una versione di questo articolo è apparsa nell'edizione cartacea di The Straits Times il 15 aprile 2016, con il titolo 'La donna travestita da uomo' ha tradito la fiducia della vittima.