STORIA VERA: Come ho finalmente capito di essere in una relazione emotivamente violenta

È facile capire se il tuo partner è fisicamente violento, ma sapresti se stesse cercando di distruggerti emotivamente? Ecco come Natalie *, 33 anni, ha realizzato la vera natura del suo uomo prima di decidere di allontanarsi da lui

quanto costa una pepita da 50 pezzi al mcdonalds?

Foto: Pexels



Aaron * e io ci frequentavamo solo pochi mesi prima che iniziassi a notare come mi sentivo intorno a lui. All'inizio della nostra relazione era gentile, amorevole e solidale, ma col passare del tempo ha cambiato il modo in cui mi parlava e mi trattava. Mi ci è voluto un altro anno prima di rendermi conto di essere in una relazione emotivamente violenta, ed è stato solo allora che ho trovato il coraggio di lasciarlo.

Parole offensive e critiche

Foto: 123rf

Ogni volta che ero con Aaron, la mia autostima subiva sempre un colpo. Criticava scherzosamente quello che indossavo o il modo in cui mi pettinavo i capelli e il trucco, dicendo cose come: 'Dormivi ancora quando ti sei vestito stamattina?' E 'I colori dell'ombretto e del rossetto ti fanno sembrare super vecchio, forse hai bisogno di alcune lezioni di trucco '. Guardando indietro ora, posso dire che i suoi commenti erano offensivi e inutili, ma all'epoca li spacciavo per lui che cercava di essere divertente. Ogni volta che faceva battute così sminuenti, mi sforzavo di sorridere ma dentro piangevo.

Una volta ho detto ad Aaron di un lavoro per cui ero interessato a fare domanda. Invece di incoraggiarmi a farlo, ha detto: 'Ci saranno un sacco di persone che cercheranno quella posizione e probabilmente sono più qualificate di te. Cosa ti fa pensare di essere migliore di loro? Se fossi in te non mi preoccuperei '. Sono rimasto scioccato e sconvolto dalla sua mancanza di sostegno. Invece di credere nelle mie capacità, era decisamente scoraggiante. Quando gli ho chiesto perché non voleva il meglio per me, mi ha incolpato, dicendo che ero quello che non credeva in me stesso e che era solo realistico. 'Anche se hai il lavoro, non penso che tu abbia quello che serve per riuscirci - non hai abbastanza fiducia in te stesso e inoltre non sei una persona laboriosa o competitiva', ha detto.

Aaron spesso mi metteva anche di fronte ai miei amici. Ogni volta che uscivamo tutti in gruppo, non esitava a dire loro che ero pigro, disordinato, disorganizzato e indisciplinato. Dopo un po ', ho iniziato a temere di avere i miei amici in giro perché sembrava che Aaron raramente avesse qualcosa di positivo da dire su di me. Ogni volta che lo chiamavo per la sua meschinità, diceva che stava solo scherzando e mi chiedeva perché non potevo prendere uno scherzo.

Una relazione tossica

come ripristinare le impostazioni di fabbrica dell'ipod nano 7a generazione senza iTunes?

Foto: 123rf

Abbiamo discusso molto. Mi arrabbiavo ogni volta che mi criticava o mi faceva stare male con me stesso. Invece di scusarsi, avrebbe spazzato via la mia reazione e mi avrebbe detto che era solo 'onesto' con me, e che qualunque critica nei miei confronti era per il mio bene. Nel corso del tempo, le sue parole offensive e il suo comportamento hanno intaccato la mia autostima e lentamente ho iniziato a dubitare di me stesso. Inoltre, ho iniziato ad avere paura di confrontarmi con lui con i miei problemi perché sapevo che non sarebbe stato di supporto. Ho anche smesso di mostrargli quanto fossi arrabbiato ogni volta che mi abbatteva o era cattivo con me, perché sapevo che non mi avrebbe preso sul serio o mi avrebbe incolpato di essere troppo sensibile.

Sapevo che la relazione era brutta quando ho iniziato a piangere io stesso per dormire la notte e ho trovato scuse per non parlare con Aaron. Mi sono anche reso conto che trovavo sempre da ridire su me stesso e che avrei modificato il mio comportamento per accontentarlo. Non mi piaceva la persona che ero diventato. Inoltre, non mi piaceva il fatto che ad Aaron piacesse fare giochi mentali con me. Una volta mi disse che probabilmente non l'avrei mai lasciato perché sapevo che nessun altro uomo mi avrebbe voluto. Poi mi ha riso in faccia. Un'altra volta, mi ha fatto sentire che il suo amore per me era condizionato. Ha detto: 'Ti amo, ma ci sono ancora molte cose di te che non mi piacciono e su cui devi migliorare. Se cambiassi in meglio, ti amerei di più '.

sbalzo di corrente la tv non si accende

Di tanto in tanto, tuttavia, Aaron mi faceva i complimenti o diceva qualcosa di solidale - in quei momenti, mi rassicuravo sul fatto che la nostra relazione andava bene e che dovevo restare con lui. A quel tempo, non riuscivo a vedere che quello era solo il suo modo di controllarmi e di tenermi agganciato in modo che non lo lasciassi.

Trovare il coraggio per farla finita

Foto: Pexels

È stato il mio migliore amico a farmi notare che ero cambiato da quando avevo incontrato Aaron. Mi ha detto che ero diventato ansioso, timido e chiuso. Aveva anche notato il modo in cui Aaron mi ha parlato e mi ha detto che non le piaceva. 'Dice cose che ti fanno arrabbiare, turbare o mettere a disagio', ha detto. 'A volte mette in dubbio la tua sanità mentale, critica le tue scelte, ti chiama per nome e ti incolpa per i suoi problemi. Ti sminuisce e ti sminuisce. E vuoi ancora stare con lui? >>

Il mio amico aveva ragione. Non era una relazione sana e di sostegno. Sarei diventato l'ombra di me stesso; Avevo iniziato a dubitare delle mie capacità; e stavo camminando sui gusci d'uovo intorno al mio ragazzo, l'unica persona che mi aspettavo di amare, sostenere e accettare incondizionatamente. Sapevo di meritare di meglio.

stipendio di gestione della rabbia di charlie sheen

Rompere con Aaron non è stato facile - era sorpreso che non volessi più stare con lui e mi ha fatto sentire che mi sarei perso senza di lui - ma l'ho fatto lo stesso. Sono passati circa sei mesi da quando la nostra relazione è finita e mi sento di nuovo come me stessa: felice, fiduciosa ed estroversa.

I segni dell'abuso emotivo sono generalmente sottili rispetto a quelli dell'abuso fisico, ma sono altrettanto dolorosi, se non di più. L'abuso fisico può lasciare cicatrici sul corpo, ma anche le parole meschine e i giochi mentali manipolatori sono piuttosto profondi. Mi sarei solo reso un disservizio se fossi rimasto con Aaron. Nel porre fine alla nostra relazione, ho preso una posizione per me stesso e gli ho mostrato che stavo meglio senza di lui.

Foto: Pexels

* I nomi sono stati cambiati