10 bellissimi atleti asiatici delle Olimpiadi invernali 2018 che ti faranno sciogliere il cuore

E, auguro l'inverno a Singapore



10 bellissimi atleti asiatici delle Olimpiadi invernali del 2018 che ti faranno sciogliere il cuore Baby, fa freddo fuori dall'immagine

Le Olimpiadi invernali di Pyeongchang 2018 si sono concluse domenica sera, 25 marzo 2018. Questo è il primo anno in cui Singapore ha partecipato ai giochi invernali. Siamo anche estremamente orgogliosi della pattinatrice di velocità Cheyenne Goh che ha messo Singapore sulla mappa con i suoi risultati. Quella è lei vestita di rosso e bianco.

quanto vale guillermo?

Durante queste partite non abbiamo potuto fare a meno di notare il fisico snello degli atleti e il loro bell'aspetto. Scorri la gallery per la nostra carrellata degli atleti più in voga che ti faranno sciogliere il cuore.



Yuna Kim, 27 anni

La pattinatrice di figura che è nota per la sua persona sana e da ragazza della porta accanto è una famiglia di nome in Corea del Sud. È diventata famosa dopo aver portato a casa la medaglia d'oro ai Vancover Games nel 2010, prima di vincere l'argento a Sochi nel 2014.

L'atleta che figurava nella lista di Forbes delle atlete più redditizie al mondo è stata selezionata con cura per accendere il calderone olimpico durante la cerimonia di apertura. Questo è il più alto onore conferito durante una cerimonia di apertura olimpica.

Foto: Yuna Kim / Instagram

Yun Sungbin, 23 immagini

Il 23enne si è guadagnato il soprannome di Iron Man per il suo casco che ricorda l'iconica tuta da corsa rossa del personaggio dei fumetti. Incoraggiato dal pubblico di casa, Yun Sung Bin è balzato all'oro dello sketeton maschile il 16 febbraio 2018.

In un evento che fino ad ora è stato tradizionalmente dominato dagli atleti occidentali, ha fatto la storia ed è emerso come il primo asiatico a vincere l'oro nello scheletro alle Olimpiadi invernali. In effetti, è stato il primo atleta al di fuori del continente europeo o nordamericano a vincere una medaglia in una gara di scivolata alle Olimpiadi.

Foto: Yun Sungbin / Instagram

Park Woo Sang, 32 immagini

Il centro professionale coreano di hockey su ghiaccio domina la sua concorrenza con i suoi 192 cm di altezza. È diventato famoso quando ha giocato per la nazionale sudcoreana agli Asian Winter Games 2007 e ha segnato 4 gol.

Nel 2011, è diventato il primo coreano a giocare nel campionato britannico dopo aver firmato un contratto di un anno con il Coventry Blaze della Elite Ice Hockey League.

Foto: Park Woo Sang / Instagram

introduce la propria parte dei cavalieri di Cleveland
Lee Seung Hoon, 29 immagini

Lee Seung Hoon è un pattinatore di velocità che proviene dalla terra della calma mattutina. Ha guadagnato l'attenzione nazionale per la prima volta dopo aver portato a casa la medaglia d'oro nei 10.000 metri ai Giochi di Vancouver nel 2010. La leggenda del pattinaggio di velocità non ha deluso le Olimpiadi invernali di quest'anno.

In una finale drammatica delle Olimpiadi invernali della partenza di massa del pattinaggio di velocità su pista lunga maschile, ha vinto l'oro per la Corea del Sud. Con cinque medaglie olimpiche dal 2010 al 2018 in borsa, ne vedrai molto di più nel tempo a venire.

quanti popcorn ci sono in un sacchetto

Foto: Lee Seung Hoon / Instagram

Lee Sang Hwa, 29 immagini

La pattinatrice di velocità sudcoreana è una veterana olimpica, avendo gareggiato nel 2006 quando aveva solo 16 anni. Quattro anni dopo, alle Olimpiadi Vancover 2010, ha stabilito un nuovo record quando è diventata la prima donna asiatica a vincere una medaglia d'oro nei 500 metri.

Alle Olimpiadi invernali di Sochi 2014, Lee è diventato il velocista da battere. Nonostante il ginocchio dolorante, Lee ha vinto il suo secondo titolo olimpico nei 500 metri. Oggi è ancora considerata una delle pattinatrici di velocità di maggior successo nella storia. Ai Giochi invernali di Pyeonchang, la tre volte olimpionica ha vinto l'argento nella gara femminile dei 500 metri.

Foto: Lee Sang Hwa / Instagram

Chloe Kim, 17 immagine

Nata da immigrati sudcoreani, Chloe Kim, nata in California, è stata una delle principali contendenti nell'half-pipe femminile dello snowboard. È l'atleta più giovane nella storia degli X Games ad aver vinto tre medaglie d'oro prima di compiere 16 anni.

Ora, la diciassettenne Chloe che parla inglese, coreano e francese, ha una medaglia d'oro olimpica da mostrare tra i suoi altri premi, mentre ha portato a casa il massimo onore a Pyeongchang.

Foto: Chloe Kim / Instagram

Nathan Chen, 18 immagine

Soprannominato il quad king per la sua capacità di eseguire più salti quadrupli, il pattinatore artistico cinese-americano di Salt Lake City, Utah, ha attraversato la stagione 2017 imbattuto, battendo il campione olimpico in carica Yuzuru Hanyu lungo la strada.

Sebbene sia stato favorito per portare a casa la medaglia d'oro a Pyeongchang, è caduto su tutti i suoi salti nello short ed è arrivato al 17 ° posto. Detto questo, rimane il primo pattinatore ad aver mai realizzato salti quadrupli in un programma e ha solo 18 anni. Siamo sicuri che questo non sia l'ultimo di Nathan.

Foto: Nathan Chen / Instagram

grosso ragazzo nero dal cortile più lungo
Karen Chen, 18 immagine

Potrebbe avere solo 18 anni, ma la pattinatrice taiwanese-americana della California ha un punteggio da record ai campionati nazionali e un quarto posto al campionato del mondo al suo attivo.

Sebbene Karen non sia riuscita a guadagnare un posto sul podio delle medaglie alle Olimpiadi invernali, siamo certi che la sua esperienza ai giochi l'aiuterà nella prossima fase della sua carriera.

Foto: Karen Chen / Instagram

Maia Shibutani, 23 immagine

Prima di collaborare con suo fratello, Alex, nel 2004, Maia si è allenata come pattinatrice singola. Avendo pattinato a Sochi nel 2014 e piazzandosi nono assoluto, il fratello e la sorella dup sono veterani olimpici.

Conosciuti con il loro soprannome ShibSibs, i due si sono piazzati al terzo posto a Pyeongchang con una performance emozionante che ha rubato il cuore della folla.

Foto: Maia Shibutani / Instagram

quanti quarti in un litro
Magnus Kim, 19 immagine

Nato a Busan, da padre norvegese e madre sudcoreana, Magnus è diventato famoso per la prima volta dopo aver vinto una medaglia d'oro, d'argento e di bronzo ai Giochi invernali asiatici di Sapporo 2017.

Lo sciatore di fondo che ha scelto di far parte della squadra nazionale coreana invece che della nazionale norvegese è arrivato 45 ° nella gara di fondo di 15 km maschile alle Olimpiadi invernali di Pyeonchang.

Foto: Magnus Kim / Instagram